Addio al signor IKEA - Early birds adv
54457
single,single-post,postid-54457,single-format-standard,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
Header Ikea

Addio al signor IKEA

«Con grande emozione annunciamo la scomparsa di uno dei più grandi imprenditori del Ventesimo secolo. Il suo sogno era creare una vita migliore per la maggioranza delle persone, la nostra promessa è di continuare a farlo vivere».
Così l’azienda svedese saluta per l’ultima volta sui social il suo fondatore, Ingvar Kamprad scomparso all’età di 91 anni lo scorso 28 gennaio.
Il signor Ikea era nato il 30 marzo 1926 nella fattoria di famiglia situata a Elmtaryd, a sud della Svezia.
All’età di 17 anni il giovane Ingvar Kamprad era solito girare per il villaggio svedese di Agunnaryd a vendere fiammiferi.
Improvvisamente una grande intuizione.
Ancora così giovane decise di investire i i soldi ricevuti dal padre per la promozione scolastica per iniziare ad allargare la varietà dei suoi prodotti iniziando così vendere, oltre ai fiammiferi, penne, matite, cornici e articoli natalizi.

Addio al signor IKEA

Quando tutto ebbe inizio

È il 1943 quando nasce il primo negozio di Ikea, società che fondò per poter gestire un contratto per la fornitura di matite.
Il nome del colosso mondiale di IKEA è una sigla che sta per Ingvar Kamprad Elmtaryd Agunnaryd.
Ingvar Kamprad era conosciuto come un uomo molto semplice, gentile ed educato.
Noto come un personaggio piuttosto riservato e attento al risparmio, la sua filosofia di vita era “Se cominciassi a comprare cose lussuose, non farei altro che incitare gli altri a fare lo stesso. È importante che i leader diano un esempio.”
Nonostante la sua genialità e il suo anticonformismo, dopo alcune rivelazioni negli anni 90 ammise che da giovane prese parte ad alcuni gruppi filo nazisti svedesi.
Scusandosi pubblicamente per queste rivelazioni sul suo passato, difinì questo suo comportamento come il più grave errore della sua vita, destinando successivamente parte degli utili dei tre store israeliani a opere di beneficenza.
IKEA ha avuto una crescita vorticosa dovuta ad un modello imprenditoriale basato sulla continua ricerca di qualità e design a basso costo
I punti di forza di questa azienda sono sempre stati l’assemblaggio semplice e autonomo da parte del cliente e il prezzo.
Negli ultimi anni IKEA ha ottimizzato ulteriormente i suoi servizi inserendo nei sui centri di vendita aree per bambini e punti ristoro con prodotti alimentari tipicamente svedesi.
Partendo dalla Svezia e dall’Europa, Ingvar Kamprad è stato in grado di rivoluzionare il mondo del design anche negli Stati Uniti, nei Paesi Arabi e in Cina, costruendo un impero da 190 mila dipendenti e quasi 40 miliardi di euro di fatturato.

 

Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!
Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!

Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:
http://www.earlybirdsadv.com/architettura-compatibile-con-la-tecnologia/
http://www.earlybirdsadv.com/la-casa-intelligente/

Alice Tarantola

Dopo aver studiato lingue, mi trasferisco per alcuni mesi a Londra per approfondire le mie competenze della lingua inglese. Sono la Social Media Specialist di Early Birds. Adoro viaggiare, anche con l’immaginazione, e scoprire sempre cose nuove.

No Comments

Post a Comment