Blog Whole Post - Early birds adv
50821
page,page-id-50821,page-template,page-template-blog-standard-whole-post,page-template-blog-standard-whole-post-php,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

Blog Whole Post

Publish With Pride
F8

F8: novità in arrivo da Facebook

L’F8 a San Jose di quest’anno è iniziato con un video in memoria dei momenti più significativi e importanti passati.
Dalle immagini del ceo al Congresso ai momenti di marcia delle donne del movimento #MeToo.
Il ceo ha iniziato così la conferenza: “Sono stati mesi intensi, so che per gli sviluppatori non sono stato periodo semplice. È un momento importante, dobbiamo fare di più per tenere le persone al sicuro, ma dobbiamo anche fare di più per connettere le persone. E continueremo a farlo”.

 

Clean History

 
In seguito al caso di Cambridge Analytica, Zuckerberg durante l’F8 ricorda nuovamente tutto ciò che Facebook si sta impegnando a fare per migliorare la privacy e l’esperienza dell’utente sulla piattaforma.
Zuckerberg ha ripresentato “Clean History”, una funzione destinata al controllo della privacy.
Questa nuova funzionalità sarà un metodo semplice e veloce per cancellare cookie e cronologia con pochi click.
Attraverso Clean History sarà possibile visualizzare ed eventualmente cancellare la propria cronologia di navigazione su Facebook.

 

Facebook come piattaforma di appuntamenti

 
L’annuncio che ha maggiormente sorpreso gli animi degli spettatori, è la nuova funzione di dating prevista per Facebook.
Come spiegato da Zuckerberg, all’interno della piattaforma di Facebook circa 200 milioni di persone risultano single e negli Stati Uniti ben un matrimonio su tre è nato dietro agli schermi.
Questi numeri hanno portato il ceo alla convinzione che sia necessario far incontrare persone anche su Facebook.
Questa nuova funzione sarà in grado di collegare gli utenti con persone che non rientrano nella loro cerchia di amici, dopo aver realizzato dei profili appositi, non visibili sul social principale.
Le chat di Messenger e WhatsApp rimarranno scollegate dalla piattaforma.
All’interno di questa nuova funzione di dating sarà possibile scambiarsi messaggi solo testuali, per assicurare la massima sicurezza ed evitare l’invio di immagini.

 

Messenger

 
Zuckerberh ha an nunciato di voler rivoluzionare Messenger e di renderlo nuovamente semplice agli occhi degli utenti.
Saranno inoltre disponibili nuove funzioni per le aziende che avranno modo di realizzare chatbot in grado di fornire informazioni consone e precise ai clienti. 
Il nuovo Messenger è infatti pensato per la realtà aumentata. 
Ci sarà poi un potenziamento per quanto riguarda la traduzione.
Tutto ciò è ancora in fase di sperimentazione su Marketplace.

 

Jan Koum 

 
Zuckerberg ha poi saluto e ringraziato Jan Koum, il co-fondatore di Whatsapp che ieri ha annunciato l’addio a Facebook attraverso un post.
Le motivazioni dell’abbandono non sono state rese note, ma si pensa che la causa sia il modo in cui sarà gestita la crittografia end-to-end in futuro, considerando che, al momento, WhatsApp è l’unico dei tre social ad averla in automatico.
Video chat su Instagram
Presto anche Instagram avrà le sue video chat tra più utenti, mentre su WhatsApp sarà possibile effettuare chiamate di gruppo.
WhatsApp avrà inoltre a disposizione gli sticker.

 

Il benessere delle persone

 
“Facebook non deve essere solo divertente, ma deve far stare bene le persone. Le ricerche ci dicono che interagire con le persone è correlata allo stare bene, mentre scorrere passivamente il feed non lo è. Ecco perché vedrete come annunciato più post di amici e meno video o contenuti editoriali”.
Facebook permetterà ai suoi utenti di downvotare i post: gli utenti avranno la possibilità cosi di “migliorare la qualità della conversazione pubblica”.

 

Oculus Go

 
Tutti i partecipanti all’F8 hanno ricevuto in regalo gli “Oculus Go”, i nuovi auricolari di realtà visuale proposti da Facebook.
Questi auricolari saranno i più convenienti sul mercato, con un costo dichiarato di 199 dollari.

Read More
Vero

Vero: la nuova frontiera dei social?

L’ultima novità dal mondo social si chiama Vero, una nuova startup fondata nel 2015 da Ayman Hariri, Motaz Nabulsi e Scott Birnbaum a New York.
Negli ultimi mesi, Vero ha visto uno spostamento di massa sulla propria piattaforma.
Molti utenti, la maggior parte Millenials, hanno deciso di iscriversi al nuovo social, forse perché stanchi delle regole troppo rigide imposte da Zuckerberg con il nuovo algoritmo?
Vero sembrerebbe voler cambiare le regole, momentaneamente imposte da Zuckerberg attraverso l’algoritmo.
Innanzitutto su questa piattaforma è possibile utilizzare un nickname di fantasdia, in quanto questa piattaforma non fonda il suo modello di business sull’identificazione del nostro nome.
La navigazione sulla piattaforma di Vero è costruita su misura di utente, eliminando così la necessità di inserire un algoritmo che controlli la gestione del newsfeed.

 

“Vero is a social network for anyone who loves anything enough to share it – and wants control over who they share it with. Just like we do in real life.”

Vero – True Social

A differenza dei classici social, Vero non possiede alcun tipo di algoritmo al suo interno.
Le notizie visualizzate dagli utenti sono infatti selezionate dagli utenti stessi.
Per dividere i propri contenuti, questo social utilizza delle macro categorie (foto, luoghi, musica, link, film/tv e libri), le quali ci permettono di selezionare con maggiore facilità tutte le cose che siamo interessati a seguire.
Questa divisione di categorie è stata inserita all’interno del social, in quanto, non possedendo un algoritmo specifico, non è in grado di stabilire ciò che presumibilmente ci piacerebbe vedere nel nostro news feed.
Quindi, a differenza di Facebook, siamo noi a selezionare gli argomenti di nostro interesse.
Inoltre, per il newsfeed, vero si affida alla temporalità o all’importanza (scelta da noi) dei post dei nostri contatti, permettendoci così di decidere cosa vedere e cosa invece oscurare.
Vero promette ai suoi utenti un’esperienza unica e su misura, in base ai gusti della persona.
Per i fondatori del social, libertà è la parola chiave.
Visti gli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto Facebook, Vero potrebbe essere davvero un pericoloso rivale di Zuckerberg?
Staremo a vedere…

 

Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!

Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:
http://www.earlybirdsadv.com/instagram-business/
http://www.earlybirdsadv.com/instagram-stories-e-web-marketing/

Read More
Shopping: acquisti via Instagram

Shopping: acquisti via Instagram

In seguito ad un’analisi di mercato approfondita, che ha dimostrato che il numero di persone che effettuano acquisti online tramite smartphone e tablet è in aumento, Instagram ha deciso di lanciare Shopping.
Questa funzione permette ai brand di inserire all’interno dei loro post dei tag, grazie ai quali gli utenti possono comodamente arrivare direttamente all’e-commerce.
 
Recentemente introdotto anche in Italia, Shopping permette a numerosi profili business di vendere i propri prodotti direttamente sul social attraverso un comodo tag dedicato.
 
L’utente invece, per effettuare il suo acquisto, dovrà semplicemente cliccare sull’icona “borsa della spesa”, dove troverà tutti e dettagli, le informazioni e le foto del prodotto in questione e dove potrà effettivamente effettuare l’acquisto, senza spendere tempo in ricerca online.
 
Questa scelta è stata effettuata non a caso.
Infatti, secondo la ricerca “Fashion Path to Purchase”, svolta da Facebook IQ, addirittura il 39% delle persone negli ultimi 3 mesi, ha acquistato prodotti, soprattutto articoli di moda, direttamente da smartphone e tablet.
 
Sempre secondo lo studio sostenuto da Facebook, circa l’80% degli utenti è follower di un’azienda su Instagram e più di 200 milioni di utenti visualizzano le pagine business ogni singolo giorno.
 
Anche le Stories di Instagram ricoprono un ruolo fondamentale per le aziende.
Secondo la ricerca “Fashion Path to Purchase”, un terzo delle storie più popolari sul social di Zuckerberg, appartengono proprio ai brand.

 

Come funziona il Tag

 
Finalmente è arrivato anche in Italia Shopping, una funzione che permette ai brand che possiedono eCommerce di collegare i propri prodotti all’interno dei loro post su Instagram direttamente al link del loro sito.
 
Ma come funziona questo Tag?
Questa funzione è davvero semplice da utilizzare.
È sufficiente aprire il post che si vuole collegare al sito e cliccare l’icona “+” in basso a destra.
Fino a qui tutto semplice; ci sono però alcuni accorgimenti da tenere a mente per riuscire a concludere il tag.
Infatti, per aggiungere il tag dei prodotti, è necessario che essi siano tutti presenti all’interno della vetrina della tua pagina Facebook, in quanto esso lavora in parallelo con Instagram.
Dopo aver inserito tutti i prodotti, potrai iniziare ad utilizzare il tag che avrà un tempo di analisi e approvazione di qualche ora.
Una volta apportato il tag, ti sarà possibile inserire all’interno della scheda descrittiva, un breve testo per promuovere il prodotto.
Al momento, purtroppo, il tag non è retroattivo.
Infatti, per ora, non è possibile aggiungere il tag a post già online sulla pagina business.
Essendo ancora in fase di attivazione, è probabile che questa funzione verrà modificata, permettendo di inserire il tag anche a post passati.

 

Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!

 
Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!

 
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:
http://www.earlybirdsadv.com/instagram-business/
http://www.earlybirdsadv.com/instagram-stories-e-web-marketing/

Read More