Ehi, che fine hanno fatto i Millennials? - Early birds adv
52087
single,single-post,postid-52087,single-format-standard,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
dove-sono-i-millennials

Ehi, che fine hanno fatto i Millennials?

Millennials, Generazione Y, i nati nei primi anni del 2000, per intenderci, i vostri figli.

 

senza titolo-229Sì, quei tipi strani, che generalmente stanno chiusi nelle proprie stanze, con le cuffie infilate nelle orecchie e vi parlano solo per questioni per cui non possono proprio fare a meno di richiedere il vostro intervento. Quante volte vi sarete chiesti cosa diavolo facciano attaccati per ore ed ore allo schermo del cellulare, avrete cercato di capire, come passano il loro tempo; di certo vi sarà venuto istintivo andare a dare un’occhiata al loro profilo Facebook, magari tirando un sospiro di sollievo perchè sulla pagina dei vostri “bambini”  non ci sono foto imbarazzanti, nessun segno di vita sregolata, l’ultimo post risale a sei mesi prima.

E allora, cosa fanno mentre sono attaccati al telefono?

E soprattutto, che strategie dovranno studiarsi  gli uffici marketing dei grandi brand per  non perdere questa importantissima fascia di target?

 

 Snapchat

Ebbene sì, i vostri figli non hanno rinunciato ai social network, semplicemente non stanno su quelli che utilizzate anche voi.

snapchat_millennials

Da quando tutti hanno un profilo Facebook, compresi i genitori, i Millennials sono emigrati per la prima volta verso altri lidi, in particolare Snapchat; ma qual’è la particolarità di questo social? I messaggi spariscono a mezzanotte, puoi inviare foto e video che si possono arricchire con filtri e features, nessun genitore è su Snapchat, mentre iniziano a fare capolino i marchi più seguiti dai teenager.

Instagram

instagram-fenomenleri-1

 

Instagram ha capito con notevole anticipo rispetto agli altri, l’importanza delle immagini e l’impatto che queste possono avere sulle persone; un’immagine può creare un’emozione, può spingere all’acquisto di un prodotto piuttosto che di un altro e molti brand hanno iniziato già da tempo a spostarsi su questo social dal carattere così visuale…

Lo stesso hanno fatto i Millennials: tra hashtag e selfie si sono impadroniti di questa piattaforma.

 

WhatsApp

Inviate foto e messaggi istantanei? Potete inserire uno stato e un’immagine del profilo?

Bene, allora siamo senza ombra di dubbio in presenza di un social network, uno dei più usati fra l’altro.

Whatsapp è uno strumento fantastico, specialmente per l’istantaneità che lo caratterizza; al momento nessuna app di messaggistica istantanea sembra mettere in ombra questo colosso recentemente acquistato da Facebook (e come tutti sappiamo, Mark ha l’occhio lungo…).

 

 

 

 

Le fotografie presenti in questo articolo sono state scattate da Vittorio Grotto e potrete trovarne altre QUI

Eleonora Grotto

Copy e Social Media Strategist, passo la giornata a leggere tutto quello che mi trovo davanti perchè penso che per comunicare sia necessario sapere. Founder di Early Birds, agenzia di comunicazione integrata. Se volete farmi felice, datemi qualcosa da scrivere! Blog, siti, social, testi seo oriented, quello che preferite!

Post a Comment