Il braccialetto elettronico di Amazon - Early birds adv
54474
single,single-post,postid-54474,single-format-standard,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
Il braccialetto elettronico di Amazon_Header

Il braccialetto elettronico di Amazon

Lo scorso martedì, Amazon ha ufficializzato un brevetto depositato nel 2016, in grado di velocizzare notevolmente le consegne e le lavorazioni.

 
Questa innovazione, non poco discussa negli ultimi giorni, consiste in un braccialetto in grado di monitorare con molta precisione i dipendenti di Amazon, identificando la posizione delle loro mani e guidandole attraverso delle vibrazioni per agevolare i movimenti corretti.
Questo braccialetto è stato studiato per velocizzare ulteriormente la ricerca dei prodotti in stock nei magazzini.

 
Questo prodotto avrebbe un sistema basato su tre fattori principali.
Una volta indossato, il bracciale inizia a comunicare con l’ambiente circostante attraverso i trasduttori a ultrasuoni permettendo così di tracciare i movimenti del lavoratore il questione e di aiutarlo ad identificare più facilmente un prodotto.
Il braccialetto quindi monitora la posizione esatta delle mani del lavoratore in ogni singolo momento ed è in grado di guidarlo attraverso una lieve vibrazione se la posizione delle mani è scorretta.

 
Nonostante questo sistema sia stato realizzato con lo scopo di migliorare il servizio della società, le critiche che sono arrivate ad Amazon non sono poche.
L’azienda infatti è già ricordata con la reputazione di una grande società che tende a trasformare i propri dipendenti poco dei robot umani che portano avanti compiti ripetitivi il più velocemente possibile con l’obiettivo di arrivare ai target di consegna fissati dalla società di Jeff Bezos.

 
Oltre alla questione dei robot umani, in molti hanno sollevato un’altra questione ancora più importante: la privacy.
Questo nuovo strumento, essendo fornito appunto dal datore di lavoro, può risultare un ulteriore mezzo per sorvegliare costantemente i dipendenti.
Negli ultimi mesi, numerosi dipendenti italiani hanno denunciato le discutibili condizioni di lavoro all’interna della società di Amazon, dove i ritmi sono molto duri: in occasione del Black Friday in molti hanno preso parte ad uno sciopero generale per chiedere un dialogo tra azienda e sindacati.

 
Dopo il lancio di Hire a Realtor, la piattaforma di recensioni che raccontano le esperienze degli utenti con gli agenti immobiliari attraverso dei voti, questa estate l’e-commerce ha presentato ufficialmente Spark, il social network di Amazon.
Insomma un passo alla volta Amazon si sta facendo sempre più strada tra i colossi del mondo dei media.
Questi bracciali sono l’ultima novità in casa Amazon.
Questo bracciale super tecnologico segnerà in modo positivo il futuro di Amazon o sarà solo motivo di ulteriore critiche?
Staremo a vedere!

 

Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!
Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:
http://www.earlybirdsadv.com/hire-a-realtor-il-nuovo-progetto-di-amazon/
http://www.earlybirdsadv.com/spark-il-nuovo-social-network-di-amazon/

Alice Tarantola

Dopo aver studiato lingue, mi trasferisco per alcuni mesi a Londra per approfondire le mie competenze della lingua inglese. Sono la Social Media Specialist di Early Birds. Adoro viaggiare, anche con l’immaginazione, e scoprire sempre cose nuove.

No Comments

Post a Comment