Qual è il tuo target di riferimento? - Early birds adv
54551
single,single-post,postid-54551,single-format-standard,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
target di riferimento

Qual è il tuo target di riferimento?

Facciamo una piccola premessa.
Avete mai sentito parlare di target?
Nel mondo del marketing, il termine target va a identificare tutti quei clienti possibilmente interessati al servizio di una determinata attività.
A volte capita che molte persone, alla domanda “qual è il tuo target di riferimento?” rispondano “beh, tutti!”
No! Non c’è nulla di più sbagliato!
Ogni attività ha un target di riferimento che è necessario identificare per creare un messaggio su misura, in grado di stuzzicare la curiosità di un possibile cliente fino a portarlo allo scelta di acquistare.
L’identificazione del target, però, non sempre risulta così evidente e semplice.
Ma niente paura.

 
Ci sono alcuni piccoli trucchi e metodi da applicare per riuscire a scoprire a chi rivolgerci per ottenere dei riscontri soddisfacenti attraverso la nostra strategia.

 
target di riferimento

Come identificare il target

 

 
Analizzando i tratti più identificativi dei nostri consumatori, avremo modo di individuare il mercato che ci interessa raggiungere.

Nella prima fase dello studio del target, dobbiamo porci delle domande con il fine di comprendere le caratteristiche principali del nostro “cliente tipo” come ad esempio “è uomo o donna?”, “fascia di età?”, “ceto social?” e “zona di residenza?”.
Una volta apprese queste informazioni, cerchiamo di andare un po’ più a fondo, comprendendo le abitudini d’acquisto dei nostri clienti: dove effettua i suoi acquisti? Che tipo di prodotti compra? Budget? e così via.
In seguito dobbiamo scoprire quali sono i reali bisogni del nostro target (quali caratteristiche cerca in un prodotto? Quali problemi vuole risolvere con questo prodotto?)
Infine è necessario includere le caratteristiche psicologiche dei nostri possibili clienti quali emotività, stile di vita, carattere, ecc.

Ci sono alcuni trucchi che puoi utilizzare per semplificare l’analisi e lo studio del target di riferimento per la tua attività.

 

Monitorare i canali

 
Anche se può risultare fin troppo logico, il primo passo per comprendere le caratteristiche dei nostri futuri clienti è quello di monitorare e analizzare i nostri attuali consumatori.
È necessario dunque porsi le medesime domande che ci siamo posti nella parte precedente.
Se possiedi un sito, puoi visualizzare i movimenti degli utenti attraverso Analytics.
Attraverso questo strumento potrai creare un database personalizzato di dati da utilizzare per identificare i diversi profili delle tue buyer’s personas (raffigurazione generica del tuo cliente tipo/ideale).

 

Analizzare i canali esterni

 
Analizzare i canali (siti web, pagine Facebook, ecc.) che interessano alle persone che vorresti raggiungere, è un ottimo modo per apprendere i loro reali gusti, idee e opinioni.
Assimilando i loro pensieri, potrai intervenire con un messaggio ancora più di impatto sia sui canali esterni sia all’interno della tua strategia.
Questo ti permette di avere un duplice vantaggio ovvero l’aumento della tua visibilità e la conoscenza più studiata del tuo target.

 

Sfruttare tutti gli strumenti utili a disposizione

 
Alla fine di tutto questo studio, cerca di comprendere quali siano i canali più adatti al servizio che stai offrendo, in modo tale da concentrare le tue energie in modo positivo.

 

Se hai dubbi sull’argomento o vorresti approfondire uno dei punti affrontati precedentemente lasciaci un commento!

 
Se invece pensi di avere bisogno di una consulenza, contattaci!
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Ecco alcuni articoli che potresti trovare interessanti:
http://www.earlybirdsadv.com/crea-la-tua-strategia-content-marketing/
http://www.earlybirdsadv.com/le-10-domande-piu-frequenti-su-facebook/

Alice Tarantola

Dopo aver studiato lingue, mi trasferisco per alcuni mesi a Londra per approfondire le mie competenze della lingua inglese. Sono la Social Media Specialist di Early Birds. Adoro viaggiare, anche con l’immaginazione, e scoprire sempre cose nuove.

No Comments

Post a Comment