Blog Whole Post - Early birds adv
50821
paged,page,page-id-50821,page-template,page-template-blog-standard-whole-post,page-template-blog-standard-whole-post-php,paged-45,page-paged-45,qode-core-1.0.1,ajax_fade,page_not_loaded,,capri-ver-1.2.1, vertical_menu_with_scroll,smooth_scroll,grid_1200,blog_installed,wpb-js-composer js-comp-ver-4.11.1,vc_responsive
 

Blog Whole Post

Publish With Pride
home-sweet-home-birds--wall-sticker--adesivo-da-muro

Il Mercato Immobiliare nell’era digitale: quali opportunità

Negli ultimi anni, il mercato immobiliare ha subito una violentissima crisi che ha colpito tutti gli aspetti del settore, dal prezzo degli immobili ai bilanci delle agenzie immobiliari. Vendere e affittare non è più semplice come in passato: le famiglie hanno subito un drastico calo del loro potere di acquisto e in un momento di così forte incertezza economica, non è facile pensare a investimenti importanti.

Ma come tutte le cose, anche la crisi può avere i suoi aspetti positivi, dipende tutto da come si decide di guardare le cose.

Per alcune aziende virtuose, l’inclinazione negativa del mercato, la discesa parabolica dei prezzi, è stata un’occasione per rimettere in discussione quanto fatto e provare a delineare una strada nuova.

la parabola discendente dei prezzi

la parabola discendente dei prezzi

 

Non c’è una seconda occasione per fare una prima buona impressione

Almeno una volta nella vita, vi sarà capitato di imbattervi in un annuncio immobiliare: foto fuori fuoco, l’agente immobiliare riflesso nello specchio, disordine e mancanza di armonia.

A volte i risultati sono talmente pessimi da risultare comici, a tal punto che sono nati siti web, pagine Facebook, proprio per documentarli.

Ecco un esempio piuttosto esilarante LEGGI

Ma proviamo a non considerare il lato comico… Acquistereste o affittereste mai un appartamento come quelli rappresentati sul link qui sopra? Probabilmente no. E probabilmente non vi prendereste nemmeno il disturbo di telefonare all’agenzia immobiliare per fissare un appartamento.

mercato immobiliare

In poche parole, non curare la presentazione di un immobile, non solo rovinerà la vostra immagine, ma vi toglierà la possibilità di conquistare nuovi clienti.

Proprio per questo motivo, alcune agenzie, stanno iniziando a puntare moltissimo sull’Home Staging e sulla Fotografia d’Interni, innescando un circolo virtuoso dove il cliente e la sua esperienza con il prodotto,  tornano ad essere al centro dell’attenzione.

Lasciarsi la crisi alle spalle

Per superare le difficoltà serve coraggio e la voglia di mettersi in gioco; anche un mercato tradizionale come quello immobiliare può decidere di cambiare volto.

Le agenzie immobiliari, investono da sempre delle somme notevoli in pubblicità, portali immobiliari, pubblicazioni sulle riviste di settore, tutti strumenti utilissimi e che in passato, davano visibilità a un immobile, aiutando gli agenti a trovare il cliente giusto.

Oggi le cose sono diverse, e queste piattaforme, per quanto utili, non bastano a garantire una rapida conclusione delle trattative.

Internet fornisce tutti gli strumenti per promuovere ogni aspetto della vostra agenzia immobiliare, dalla crescita del brand attraverso una presenza strutturata sul web e sui social network, fino alla presentazione del prodotto, senza dimenticare il principale vantaggio del web marketing: mentre la pubblicità tradizionale tende a raggiungere grandi numeri ma “sparando nel mucchio”, quella online permette di rivolgersi ad un target mirato, realmente interessato ai servizi offerti; la possibilità di scegliere il nostro pubblico si traduce in un notevole risparmio di tempo e denaro.

 

 

 

Vuoi un aiuto per ottenere il massimo dalla tua presenza sul web?

CONTATTACI! Siamo a tua disposizione!

 

 

 

Read More
dove-sono-i-millennials

Ehi, che fine hanno fatto i Millennials?

Millennials, Generazione Y, i nati nei primi anni del 2000, per intenderci, i vostri figli.

 

senza titolo-229Sì, quei tipi strani, che generalmente stanno chiusi nelle proprie stanze, con le cuffie infilate nelle orecchie e vi parlano solo per questioni per cui non possono proprio fare a meno di richiedere il vostro intervento. Quante volte vi sarete chiesti cosa diavolo facciano attaccati per ore ed ore allo schermo del cellulare, avrete cercato di capire, come passano il loro tempo; di certo vi sarà venuto istintivo andare a dare un’occhiata al loro profilo Facebook, magari tirando un sospiro di sollievo perchè sulla pagina dei vostri “bambini”  non ci sono foto imbarazzanti, nessun segno di vita sregolata, l’ultimo post risale a sei mesi prima.

E allora, cosa fanno mentre sono attaccati al telefono?

E soprattutto, che strategie dovranno studiarsi  gli uffici marketing dei grandi brand per  non perdere questa importantissima fascia di target?

 

 Snapchat

Ebbene sì, i vostri figli non hanno rinunciato ai social network, semplicemente non stanno su quelli che utilizzate anche voi.

snapchat_millennials

Da quando tutti hanno un profilo Facebook, compresi i genitori, i Millennials sono emigrati per la prima volta verso altri lidi, in particolare Snapchat; ma qual’è la particolarità di questo social? I messaggi spariscono a mezzanotte, puoi inviare foto e video che si possono arricchire con filtri e features, nessun genitore è su Snapchat, mentre iniziano a fare capolino i marchi più seguiti dai teenager.

Instagram

instagram-fenomenleri-1

 

Instagram ha capito con notevole anticipo rispetto agli altri, l’importanza delle immagini e l’impatto che queste possono avere sulle persone; un’immagine può creare un’emozione, può spingere all’acquisto di un prodotto piuttosto che di un altro e molti brand hanno iniziato già da tempo a spostarsi su questo social dal carattere così visuale…

Lo stesso hanno fatto i Millennials: tra hashtag e selfie si sono impadroniti di questa piattaforma.

 

WhatsApp

Inviate foto e messaggi istantanei? Potete inserire uno stato e un’immagine del profilo?

Bene, allora siamo senza ombra di dubbio in presenza di un social network, uno dei più usati fra l’altro.

Whatsapp è uno strumento fantastico, specialmente per l’istantaneità che lo caratterizza; al momento nessuna app di messaggistica istantanea sembra mettere in ombra questo colosso recentemente acquistato da Facebook (e come tutti sappiamo, Mark ha l’occhio lungo…).

 

 

 

 

Le fotografie presenti in questo articolo sono state scattate da Vittorio Grotto e potrete trovarne altre QUI

Read More